Forza Marco

Forza Marco

Nota su condizioni cliniche dell’on. Marco Pannella

Il Partito Radicale Nonviolento in Ucraina

Il Partito Radicale Nonviolento in Ucraina

La delegazione radicale è composta da Antonio Stango, Laura Harth, Nikolaj Khramov e Stefano Marrella

RadicalNonviolentNews

RadicalNonviolentNews

 La newsletter del Partito Radicale

Senato del Partito Radicale

Roma, 8/9 febbraio 2014

Roma, 14 dicembre 2013


Vignetta di Forattini per Marco

Salvare Timbuktu


Sostegno all’appello del Presidente Chirac e del Presidente Diouf, Sauver Tombouctou pour sauver la paix / Saving Timbuktu to save the peace.

Firma subito l'appello

Prime adesioni Appello Fondazione Chirac su Timbuktu/Mali in risposta a invito Demba Traorè, Marco Pannella

Il NRPTT alle Nazioni Unite

39 Congresso (II sessione)

39° Congresso (seconda sessione) del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito.

I DOCUMENTI APPROVATI

39 Congresso (I sessione)

39° Congresso (prima sessione) del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito. Le mozioni approvate

Consigli Generali

Tunisi: 22-24 luglio 2011
Audio video:
1° giornata
| 2° giornata | 3° giornata


Barcelona: 3-5 settembre 2010 
Audio video:
1° giornata
| 2° giornata | 3° giornata
Documenti: Mozioni


Roma: 28-30 maggio 2010  
Audio video:
1° giornata
| 2° giornata | 3° giornata


Roma: 20-22 novembre 2009  
Audio video:
1° giornata | L'eredità del Manifesto di Ventotene (e 2° giornata) | 3° giornata
Documenti: Mozione generale

Archivio storico foto

30/11/1999
Marco Pannella, in uno studio televisivo.
Marco Pannella, in uno studio televisivo.

LIBIA/BONINO: "MORTE GHEDDAFI NEGA GIUSTIZIA"

Dichiarazione di Emma Bonino, Vice Presidente del Senato e fondatrice di Non c'è Pace Senza Giustizia

Confermata la Marcia internazionale per la Libertà, sabato pomeriggio a Roma, nonostante il divieto incostituzionale di Alemanno

Nonostante il divieto incostituzionale imposto dal sindaco Alemanno, è confermata per il pomeriggio di sabato 22 ottobre la “IV Marcia internazionale per la Libertà”, che si svolgerà in contemporanea anche a Parigi e a Berlino. L’appuntamento resta dunque fissato in Piazza Bocca della Verità a partire dalle ore 15.

IV MARCIA INTERNAZIONALE PER LA LIBERTA’ DELLE MINORANZE E DEI POPOLI OPPRESSI

Alla manifestazione parteciperanno Vo Van Ai, Rebiya Kadeer e Marco Pannella

IV MARCIA INTERNAZIONALE PER LA LIBERTA’ DELLE MINORANZE E DEI POPOLI OPPRESSI
4ème MARCHE INTERNATIONALE POUR LA LIBERTÉ DES MINORITÉS ET DES PEUPLES OPPRIMÉS
4. INTERNATIONALE DEMONSTRATION FÜR DIE FREIHEIT UNTERDRÜCKTER MINDERHEITEN UND VÖLKER
4th INTERNATIONAL MARCH FOR FREEDOM OF OPPRESSED MINORITIES AND PEOPLES

Dalla Mozione Generale del  39° Congresso del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito

Il Congresso inoltre fa propria

la proposta del movimento culturale liberale "Società Libera" di organizzare contemporaneamente in varie città europee, per il prossimo mese di ottobre, la quarta edizione della “Marcia internazionale per la libertà”, dedicata in particolare ai popoli iraniano, uighuro, birmano e tibetano, marcia alla quale il partito si impegna a contribuire ad assicurare il massimo possibile di successo e partecipazione, nella prospettiva di aggregare idee, forze e persone utili e necessarie anche per la costruzione e diffusione transnazionale del Partito stesso, ovunque nel mondo;

il sito della marcia

NTC: PREMIO ‘ABOLIZIONISTA DELL'ANNO 2011' AL PRESIDENTE DELLA MONGOLIA ELBEGDORJ

E' il presidente della Repubblica della Mongolia ad aver ricevuto il premio di Nessuno tocchi Caino come l''Abolizionista dell'anno 2011' per il suo forte impegno nell'applicazione della moratoria delle esecuzioni capitali nel suo paese.

Speciale di Radioradicale.it: Come il Regime ti cucina gli Indignados

Cinque ore dopo il voto di fiducia alla Camera, autorevoli testate giornalistiche, come Repubblica e Corriere della sera riportavano ancora la notizia falsa del sostegno dato dai radicali al Governo Berlusconi. Gli “effetti collaterali” della cattiva informazione sono lampanti: oltre la metà delle persone che abbiamo intervistato erano convinte che i deputati radicali avessero votato la fiducia al Governo. A cominciare da una giornalista del Fatto Quotidiano. Guarda lo speciale

I deputati radicali sulla fiducia al Governo Berlusconi hanno votato contro.

 Lo hanno fatto non appena è finita una riunione che si è resa necessaria dopo che, alle 9,30 circa del mattino, Dario Franceschini ci ha comunicato - come se fossimo a sua disposizione - la decisione delle opposizioni di tentare di far mancare il numero legale.

Il tempo di convocarci, discutere e decidere di partecipare al voto per gli stessi motivi per i quali avevamo partecipato ai lavori d’aula di ieri e cioè il rispetto delle Istituzioni e della funzione parlamentare. Come sempre, da sempre.

Medio Oriente: addio alle dittature e alla pena di morte

L’approvazione all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel dicembre 2007 della Risoluzione in favore di una Moratoria Universale contro la pena capitale è stata una tappa fondamentale non soltanto per la campagna contro la pena di morte ma anche per l’affermazione dello stato di diritto e di tutti quei diritti naturali storicamente acquisiti spesso codificati nelle leggi nazionali ma non sempre rispettati.

 

Giustizia/Carceri, Bonino: Italia fuorilegge; subito l'amnistia

606ª e 697ª Seduta Pubblica, Comunicazioni del Ministro della giustizia sul sistema carcerario e sui problemi della giustizia (Come da richiesta avanzata, ai sensi dell'art. 62, secondo comma, della Costituzione, dai Senatori Bonino ed altri). Sintesi dell'intervento di Emma Bonino, Vice Presidente del Senato, in apertura del dibattito sul sistema carcerario e sui problemi della giustizia:

Cronaca di Matteo Angioli dal Caucaso

Ciao da Sukhum, capitale semi-fantasma dell'Abkhazia, una delle località di villeggiatura preferite dalla nomenklatura sovietica che ancora oggi non si è ripresa né dal crollo del 1991 né dalla guerra con la Gerogia del 1993, e che propone interi quartieri semi o interamente diroccati misti a qualche edificio nuovo, fiori bellissimi, vacche in libertà, un vecchio parlamento con i segni dei bombardamenti del 1993, e automobili che vanno dalla Lada più scassata all'ultimo modello di suv.

Condividi contenuti