Borsa di studio su rapporto tra ricerca scientifica e democrazia

Va bene! *
03/03/2015
Filomena Gallo
Marco Cappato

Borsa di studio su rapporto tra ricerca scientifica e democrazia


L’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica ha elaborato una borsa di studio sul “rapporto tra libertà della ricerca scientifica e democrazia” (QUI il testo del bando), tema trattato nello scorso incontro del Terzo Congresso Mondiale per la libertà di ricerca scientifica,  promosso dal Partito radicale e dall’Associazione Luca Coscioni. (QUI il documento di presentazione, QUI la dichiarazione finale).

La borsa sarà assegnata, mediante concorso per titoli, a cittadini italiani e stranieri in possesso del titolo di laurea; sarà valutato prioritariamente il titolo di dottore di ricerca, soprattutto se conseguito con tesi di dottorato attinente alle tematiche della borsa. La pista di riflessione di questo bando, sottesa all’azione della nostra Associazione, è che il metodo scientifico rappresenta uno strumento fondamentale per la vita del metodo democratico. Il consolidamento della scienza sperimentale è stato storicamente decisivo per l’affermazione di sistemi non autoritari di esercizio del potere, i quali hanno a loro volta consentito alla razionalità scientifica di diventare patrimonio sempre è più diffuso. La scienza potrà continuare a svolgere questa funzione, a condizione che il mondo della ricerca e quello della politica si confrontino e si parlino, si facciano vicendevolmente forza dei rispettivi strumenti per promuovere la libertà. 

* E' un omaggio al nostro Presidente Sergio Stanzani, scomparso il 17 ottobre 2013, che aveva come frequente intercalare quel "va bene" per il quale veniva sempre preso affettuosamente in giro.

 

comments powered by Disqus