Manifesto-Appello per l’immediata apertura dei capitoli 23 e 24 del negoziato di adesione della Turchia all’Unione europea

Va bene! *
22/03/2016
Mariano Giustino

Manifesto-Appello per l’immediata apertura dei capitoli 23 e 24 del negoziato di adesione della Turchia all’Unione europea


«Turchia in Europa da Subito», organizzazione transnazionale di cittadini e parlamentari per l’immediato ingresso della Turchia nell’Unione europea, in collaborazione con l’omonimo Intergruppo parlamentare, ha rivolto, mercoledì, 16 marzo, nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta presso la Camera dei Deputati, un pressante appello al Governo italiano e alle massime istituzioni di Bruxelles, affinché si facciano promotori della richiesta di immediata apertura dei capitoli bloccati del negoziato di adesione della Turchia all’Unione europea.

Alla conferenza stampa hanno partecipato: Gea Schirò, coordinatrice Intergruppo «Turchia in Europa da Subito», Mariano Giustino, segretario generale «Turchia in Europa da Subito», Carlo Marsili, presidente onorario «Turchia in Europa da Subito», ambasciatore, Lia Quartapelle, Camera dei Deputati, III Commissione Affari Esteri, Roberto Rampi, Camera dei deputati, VII Commissione Cultura, Maurizio Turco, tesoriere del Partito radicale, Fabio L. Grassi, storico Università La Sapienza, Giampiero Buonomo, giurista.

«Turchia in Europa da Subito», ha rilanciato la storica battaglia radicale dell’ingresso della Turchia nell’UE con un Manifesto-Appello, di cui è primo firmatario Marco Pannella, per l’apertura immediata dei capitoli 23 e 24 del negoziato di adesione, in occasione del recente Vertice di Bruxelles sulla crisi dei rifugiati. Si ritiene infatti che questa nuova fase che si è aperta nei rapporti Turchia-UE, a partire dalla grave crisi umanitaria dei migranti, rappresenti una grande opportunità per una vigorosa ripresa del negoziato di adesione della Turchia all’Unione europea. 

Per firmare il Manifesto-Appello clicca qui.

Il video della conferenza è disponibile su Radio Radicale.

 

* E' un omaggio al nostro Presidente Sergio Stanzani, scomparso il 17 ottobre 2013, che aveva come frequente intercalare quel "va bene" per il quale veniva sempre preso affettuosamente in giro.

 

comments powered by Disqus