VERDI ARCOBALENO: DICHIARAZIONE DI ADELAIDE AGLIETTA, DEPUTATO VERDE AL PARLAMENTO EUROPEO


Sull'Assise dei Verdi Arcobaleno di Firenze, Adelaide Aglietta ha dichiarato :

" La chiarezza della decisione assunta nell'Assise di Firenze di impegno dei verdi arcobaleno per liste verdi uniche alle amministrative (ignorata da una stampa che ha prediletto le conferenze stampa di chi, nei verdi arcobaleno e nelle liste verdi, preferisce confluenze elettoralistiche alla costruzione di un soggetto unitario) non ha bisogno di essere sottolineata per chi voglia leggere i documenti votati quasi all'unanimità dall'Assise: dalla proposta di carta degli intenti, alla proposta di statuto, al documento politico finale.
C'è invece chi da mesi sta lavorando allo scasso, occupandosi di potere, di posti e di collocamenti, che si diletta oggi di usare strumentalmente, come ha fatto ieri a Firenze, l'andamento dell'Assise.
Tengo a sottolineare che l'emendamento da me presentato ha voluto cancellare una parentesi che tentava di dare delle liste Nathan (che mi pare siano in discussione in due o tre città italiane) una interpretazione di disegno nazionale identificando in questo disegno una presunta rinascita "elettorale" del partito radicale.
La chiarezza della mozione non può lasciare adito a dubbi sulla volontà politica dei verdi arcobaleno: no a confluenze, impegno massimo per liste che nascano da un'unità frutto di una volontà di rifondazione. In questo senso la proposta alle liste verdi e la volontà di dialogo è chiarissima.
Nel contesto di questa mozione introdurre nei fatti un giudizio negativo su eventuali liste Nathan (eludendo per altro qualsiasi altro riferimento ad altre situazioni elettorali ad esempio di stampo socialista, ma non solo) mi è parso superfluo e tendenzialmente ideologico.
Questo è quanto. Personalmente sono impegnata per liste verdi che rappresentino una volontà politica e sociale nella direzione della conversione ecologica delle strutture politiche e sociali della nostra società.
Chi invece vuole inzuppare il pane, falsificando i fatti (stampa e singoli componenti dei verdi e dei verdi arcobaleno) lo faccia. Non è del resto la prima volta in questo anno di paziente impegno per la rifondazione di un soggetto verde, aperto, libertario, ripulito dalle tante incrostazioni di potere presenti nelle attuali liste verdi, che le tendenze alla conservazione si esprimono attraverso giochi di vecchia data. Personalmente ho fiducia nell'intelligenza - oltre che nella verità dei fatti - di quanti sono impegnati con lealtà nella direzione della rifondazione del soggetto verde come elemento necessario per una alternativa di governo della nostra società a partire dalla centralità ambientale".