RASSEGNA STAMPA DEI QUOTIDIANI CROATI E SLOVENI


Slobodna Dalmacija, Vjesnik, Vecernji list, Delo

a cura di Beba Klaric

Quotidiani consultati:
1. Slobodna Dalmacija - croato, di sinistra, sede a Spalato
2. Vjesnik - croato, governativo, sede a Zagabria
3. Vecernji list - croato, di maggior tiratura, sede a Zagabria
4. Delo - sloveno, di maggior tiratura, sede a Ljubljana

Argomenti:
1. Argomento del giorno
2. Prime pagine

1. ARGOMENTO DEL GIORNO

SLOBODNA DALMACIJA - LA CROAZIA COME IL CIPRO (articolo a pagina 5, 2/3 di pag) spunti: L' occidente sta facendo una pressione continua sulla Croazia perché rinunci al suo status legittimo di vittima serba e perché si prenda cura in primo luogo della sopravvivenza politica della minoranza serba: tramite "circoscrizioni", "krajine" o autonomie complete. Il vertice croato deve prepararsi psicologicamente per un destino simile a quello cipriano, mentre il popolo croato deve ancora passare la "catarsi" del processo della divisione della Croazia, la quale verrà confermata nel processo delle trattative con i serbi.

VJESNIK - IZETBEGOVIC INVITA ALLA GUERRA (articolo di prima pagina, 1/4 di pag.) spunti: Dopo l' accordo dei capi delle diplomazie degli USA, Francia, Grande Bretagna e Russia a Washington, il presidente bosniaco invita il popolo musulmano alla guerra non accettando la nuova strategia americana, e il leader dei serbi bosniaci, Radovan Karadzic, invita alle trattative sulla confederazione.

VECERNJI LIST - IL MONDO STA INDIETREGGIANDO DAVANTI AI SERBI? - (articolo a pagina 13, 1/4 di pag) spunti: Il presidente bosniaco, Alija Izetbegovic, non accetta la nuova strategia occidentale e annuncia di invitare l' intero popolo alla guerra. Nell' intervista a "Die Welt" il presidente croato, Franjo Tudjman, esprime le sue paure dagli atteggiamenti radicali musulmani che potrebbero prolungare la guerra.

DELO - L' OCCIDENTE NON E' PRONTO - (articolo di prima pagina, 1/10 di pag) spunti: L' ultimo summit delle diplomazie occidentali a Washington ha provato solo che l' occidente non è pronto a fare niente per la BiH e che le istituzioni internazionali (CEE, ONU, NATO) sono assolutamente inefficaci per fermare l' aggressione e la pulizia etnica. Il nuovo ordine mondiale, sorto dopo il crollo del muro di Berlino, è stato bocciato sull' esempio della BiH.

2. PRIME PAGINE

SLOBODNA DALMACIJA
- L' ISOLA CHE HA SALVATO LA PATRIA (550. anniversario della città di Pago)
- GIA' 350.000 PERSONE HANNO PERSO LA VITA IN QUESTA GUERRA (dichiara il presidente dell' Associazione croata delle vittime di guerra. Zvonimir Separovic)
- "IL GOVERNO IN OMBRA" DEL PARTITO SOCIALE LIBERALE CROATO - Il destino del "nuovo governo in ombra" costituito dai liberali croati dipende da dal fatto sei i liberali saranno pronti a rinunciare ai loro interessi strettamente partitici per dedicare maggior attenzione agli interessi della Croazia.

VJESNIK
- IL PRESIDENTE TUDJMAN HA PAURA DEL PROLUNGAMENTO DELLA GUERRA IN BIH
- IL PRESIDENTE BOSNIACO IZETBEGOVIC ANNUNCIA LA GUERRA

VECERNJI LIST
- I LIBERALI STANNO COPIANDO L' UNIONE DEMOCRATICA
- LE AZIONI SI POTRANNO COMPRARE COME LE AUTOMOBILI, A CREDITO?

DELO
- I MINISTRI OCCIDENTALI INSISTONO SULLE VECCHIE SANZIONI
- LE MINORANZE SONO UNA SFIDA PER L' EUROPA
- PROTESTA DEL GOVERNO SLOVENO (in seguito alla costruzione di un posto di blocco croato sul confine tra Slovenia e Croazia)
- IZETBEGOVIC NON ACCETTA LE NUOVE PROPOSTE DELL' OCCIDENTE
- DIMOSTRAZIONI MUSULMANE IN CHENIA
- SARAJEVO APRE L' INCHIESTA SULA CASO KARADZIC