RACCOMANDAZIONE RIFUGIATI DALLA LIBIA - Seconda Sessione 39° Congresso del PRNTT


 

a firma Gabriella Friso
A seguito della guerra libica sono arrivati in Italia circa 25.000 persone che, utilizzate da Gheddafi come arma nei confronti dell’Europa, si sono trovati, senza averlo scelto, coinvolti in situazioni di violenza inaudita, caricati su barconi fatiscenti e spinti verso le coste italiane.
Molti di loro sono profughi ambientali e come tali, non si vedono riconosciuta la richiesta di asilo politico e neppure lo status di protezione sussidiaria o umanitaria.
Questa raccomandazione
INVITA
Gli organismi del PRNTT e i parlamentari italiani ed europei, ad operare affinché a queste persone venga concesso un permesso di tipo umanitario che consenta loro di cercare una occupazione regolare e di iniziare una nuova vita in Italia.
Siamo coscienti che queste persone se non avessero riconosciuta la possibilità di ottenere un permesso di soggiorno resteranno comunque nel nostro paese ingrossando le fila degli irregolari e quindi, come tali, di nuovo soggetti a sfruttamento e violenze.