Liberati a Mosca i militanti democratici arrestati il 12 dicembre


Mosca-Roma – Nella serata di lunedì 14 Sergey Konstantinov, militante russo del Partito Radicale Nonviolento, transnazionale e transpartito, e Michael Kriger, arrestati con altre sette persone durante la manifestazione pacifica di sabato 12 davanti al palazzo dell’Amministrazione Presidenziale russa, sono stati liberati. La manifestazione, promossa dal Movimento per i Diritti Umani e dal movimento di opposizione “Solidarnost” (fondato dall’ex vicepremier Boris Nemtsov) si era svolta in occasione della Giornata della Costituzione della Federazione Russa, per chiederne l’effettivo rispetto. I primi sette fermati erano stati rilasciati dopo poche ore, mentre per Konstantinov e Kriger il fermo di polizia è stato di 48 ore.

I parlamentari italiani ed europei iscritti al Partito Radicale Nonviolento avevano annunciato interrogazioni per chiedere conto della reazione spropositata della polizia russa. In favore dei fermati aveva rivolto un immediato appello al presidente russo Dmitriy Medvedev anche Ludmila Alexeeva, storica leader del Gruppo Helsinki di Mosca per i diritti umani.