GAY/PE: RADICALI PRESENTANO INTERROGAZIONI A ISTITUZIONI UE SU CONDANNA A MORTE PER LAPIDAZIONE IN NIGERIA PER ATTI OMOSESSUALI, E SU ARRESTO DI 62 PRESUNTI OMOSESSUALI IN EGITTO


Bruxelles, 26 settembre 2003


Maurizio Turco e Marco Cappato (eurodeputati Radicali della Lista Bonino), e Ottavio Marzocchi (collaboratore dei Deputati Radicali al PE), hanno depositato al Parlamento europeo interrogazioni al Consiglio ed alla Commissione relative al caso di condanna a morte per lapidazione di Jibrin Babaji in Nigeria e sull'arresto di 62 presunti omosessuali in Egitto.
Segue il testo delle interrogazioni:


Condanna a morte per lapidazione in Nigeria

Jibrin Babaji, cittadino nigeriano di 20 anni, e' stato dichiarato colpevole di rapporti sessuali con tre ragazzi minorenni e condannato a morte per lapidazione. La condanna é stata emessa martedi' 23 settembre 2003 da una corte islamica dello Stato Bauchi sulla base del Codice Penale della Sharia.
Dispongono la Commissione ed il Consiglio di maggiori informazioni al riguardo? quali misure intendono prendere la Commissione ed il Consiglio, in conformità con le politiche europee volte a promuovere la moratoria sulla pena di morte nel mondo, per evitare che tale condanna a morte sia eseguita?


Ennesimo episodio di persecuzione degli omosessuali in Egitto

Il Parlamento europeo ha ripetutamente e severamente condannato la campagna di persecuzione contro gli omosessuali in Egitto, e chiesto a Commissione e Consiglio di prendere misure concrete e progressive al riguardo nei confronti delle istituzioni egiziane. Il 28 agosto scorso sessantadue uomini presunti omosessuali sarebbero stati arrestati in Egitto sul ponte Qsr el Nil nel corso di una retata della polizia del Cairo, che ha circondato il ponte e dopo avere insultato i presenti li ha arrestati. Dopo tre giorni di carcere, essi sono stati incolpati di "pratiche depravate", obbligati a firmare dichiarazioni di colpevolezza, e rilasciati dopo avere dovuto indicare la loro residenza. Le udienze avranno luogo in novembre e dicembre.
Sono a conoscenza la Commissione ed il Consiglio di tali arresti? Intendono la Commissione ed il Consiglio prendere le misure concrete e progressive richieste ripetutamente dal Parlamento europeo nei confronti dell'Egitto in merito alla grave campagna di persecuzione contro gli omosessuali che continua oramai da anni?