EUROPARLAMENTO/GAZA, PANNELLA: L'ALTERNATIVA EUROPEA SIA "DUE POPOLI, DUE DEMOCRAZIE"


Dichiarazione di voto di Marco Pannella, eurodeputato radicale, sulla risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione a Gaza

Strasburgo, 16 Novembre 2006.


Signor Presidente,

A nome del Partito Radicale Transnazionale ho votato convintamente contro la risoluzione sulla situazione nella Striscia di Gaza (così come avrei fatto per tutte le proposte di tutti i vari "Gruppi" ritenendo tutte le risoluzioni presentate inadeguate a risolvere i problemi strutturali del Medio Oriente. Non credo che la posizione comune europea sul conflitto più antico del Medio Oriente possa continuare ad essere la vecchia politica dei "due popoli, due Stati". Come ha ricordato l'ambasciatore israeliano presso le Nazioni Unite: ogni vittima civile causata dagli attacchi dell'esercito israeliano sono un errore tragico, vissuto come tale nella società democratica israeliana, mentre ogni israeliano ammazzato dai razzi o dai Kamikaze di Hamas o Hezbollah viene rivendicato come un successo contro Israele considerato come un tumore da estirpare dal Medio Oriente.

In realtà, Signor Presidente, l'alternativa europea possibile ed urgente per costruire Pace tra Israele e palestinesi (e nel Medio Oriente) è: due popoli, due democrazie! Perchè soltanto proponendo a tutto il Mediterraneo riforme democratiche ed il modello federalista europeo anti-nazionalista sarà possibile eliminare alla radice le cause strutturali del conflitto Medio Orientale, così simili alle cause di tutte le guerre che hanno devastato il nostro continente fino alla decisione di rinunciare al valore assoluto della Sovranità nazionale.