DUPUIS AVVERTE LA COMMISSIONE EUROPEA DI NON INDUGIARE


Hina

Zagabria. Il parlamentare europeo del Partito Radicale Transnazionale Olivier Dupuis mercoledi' scorso ha chiamato la Commissione europea a sollecitare il Consiglio affinché prenda una decisione con massima urgenza sull’adequazione della Croazia ai criteri dell’Accordo di Associazione e di Stabilizzazione e che ponga un termine alle manovre dilatorie dei Paesi Bassi e del Regno Unito i quali non accettano di ratificare questo Accodo.

Dupuis nella sula lettera messa a disposizione alla Hina a Bruxelles, pone una serie di interrogazioni alla Commissione europea rispetto al processo di ratifica dell'AAS nei paesi dell'UE.

Dupuis cosi' interroga come sia possibile che 13 paesi membri dell'UE hanno un atteggiamento unitario sull'adequazione della Croazia ai criteri dell'AAS mentre soltanto due paesi, i Paesi Bassi e il Regno Unito hanno bloccato il processo di ratifica dell'AAS per il caso del generale in fuga Ante Gotovina insistendo che la sua cattura e consegna all'Aja è la condizione per la ratifica dell'AAS.

"La Commissione ritiene che sia oportuno che questi due paesi membri (i Paesi Bassi e il Regno Unito) abbiano sospeso il processo di ratifica?", chiede Dupuis e aggiunge: "La Commissione non è d'accordo che bisogna con massima urgenza investire il Consiglio affinche prenda una decisione urgente sull'adequazione della Croazia ai criteri dell'Accordo di Associazione e di Stabilizzazione e ponga fine alla perdita di tempo?"

La sua lettera porta il titolo "L'adesione della Croazia all'UE: "CHI FA OSTRUZIONISMO DEVE ESSERE SMASCHERATO!

Dupuis è nato in Belgio nel 1958 ed è membro del Partito Radicale dal 1981. Già un anno dopo organizzo' a Dubrovnik una manifestazione di sostegno alla libertà e democrazia. Per questo fu arrestato e dopo tre giorni espulso dall'allora Jugoslavia (SFRJ). Nel dicembre del 1991 insieme al Presidente dei radicali Marco Pannella, indossando la divisa croata, si reco' nei pressi dell'Osijek assediata, per stare con i soldati croati. E' stato eletto nel Parlamento europeo nel 1996 e 1999.