DAL CONGRESSO NEL CARCERE DI REBIBBIA LE LOTTE PER LA TRANSIZIONE VERSO LO STATO DI DIRITTO


PARTITO RADICALE – TURCO: DAL CONGRESSO NEL CARCERE DI REBIBBIA LE LOTTE PER LA TRANSIZIONE VERSO LO STATO DI DIRITTO, L'AFFERMAZIONE DEL DIRITTO UMANO ALLA CONOSCENZA, L'UNIVERSALITA' DEI DIRITTI UMANI, GLI STATI UNITI D'EUROPA ... E DALL'ITALIA AMNISTIA PER LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA. 

Comunicato stampa del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale Transpartito. 

Nei giorni 1-2-3 settembre, presso il Carcere romano di Rebibbia (Via Raffaele Majetti 75), si terrà il 40° Congresso Straordinario del Partito Radicale sul tema "da Ventotene a Rebibbia". L'assemblea inizierà alle ore 14 di giovedì 1 settembre e proseguirà venerdì e sabato a partire dalle ore 9.30 per concludersi nel pomeriggio del 3 settembre.

Hanno confermato la loro presenza e prenderanno la parola giovedì 1 settembre in apertura dei lavori il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando; il Direttore del DAP, Santi Consolo, e il Direttore del penitenziario Rebibbia di Roma, Mauro Mariani.

Dichiara Maurizio Turco, tesoriere del Partito radicale: "Il congresso che il Partito radicale terrà nei prossimi giorni è straordinario perché è convocato per la prima volta da un terzo degli iscritti da almeno sei mesi al Partito come previsto dallo Statuto; è il primo senza Marco Pannella che il partito ha concepito e fatto vivere per sessant'anni; è il primo che si tiene in un carcere; carcere quale epifenomeno del problema giustizia causa della peste italiana. Ma anche carcere nel quale è stato costretto Marco Pannella e i radicali dei quali i cittadini non hanno potuto e non devono poter conoscere proposte, iniziative, lotte. Mentre il mondo è in fiamme, le "democrazie" languono, la gente muore per il dissesto del territorio e dell'ambiente, il centro delle lotte radicali è la transizione verso lo Stato di Diritto, l'affermazione del diritto umano alla conoscenza, l'universalità dei diritti umani, gli Stati Uniti d'Europa, e a partire dall'Italia per un'amnistia prodromo di una riforma della Giustizia."

I REGISTRATI PER PARTECIPARE AL CONGRESSO sono 585, di questi, ad oggi:

  • 64 non risultano aver avuto rapporti con il Partito;
  • 266 sono iscritti al Partito Radicale del 2016, di questi 34 si sono iscritti per la prima volta;
  • 123 sono stati iscritti al Partito Radicale almeno 1 volta dal 1974
  • 132 non sono mai stati iscritti al Partito Radicale

Si ricorda che gli accrediti stampa vanno richiesti al Direttore del Carcere di Rebibbia Dott. Mauro Mariani mauro.mariani@giustizia.it e inviando copia a stampapartitoradicale@gmail.com

Per informazioni Valentina Stella (3395861573)

**************************************

Il Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito è una organizzazione nonviolenta gandhiana.

Il suo simbolo è un ritratto del Mahatma Gandhi formato dalle parole “Partito Radicale” scritte in oltre 50 lingue. Dal 1995 il Partito Radicale è registrato come Organizzazione non governativa (Ong) con statuto consultivo di categoria generale, presso il Consiglio economico e sociale (Ecosoc) delle Nazioni Unite.