Bush voleva passare alla guerra usando come giustificazione il legame tra terrorismo e armi di distruzione di massa


Dal “Downing Street Memo” di David Manning (all'epoca consigliere diplomatico di Blair):

«Blair [n.d.r.] ci ha fatto un rapporto sui suoi recenti incontri a Washington. Si è verificato un percettibile cambiamento nell'attitudine. L'azione militare ora era vista come inevitabile. Bush voleva rimuovere Saddam, militarmente, usando come giustificazione il legame tra terrorismo e armi di distruzione di massa (ADM). L'intelligence e i fatti che accadevano venivano fatti calzare alla linea scelta. Il National Security Council era nettamente insofferente della via ONU e non era certo entusiasta di pubblicare il materiale del dossier sul regime iracheno.
(…)
Il Segretario alla Difesa disse che gli USA avevano già dato inizio a “minime attività” per mettere sotto pressione il regime. Nessuna decisione era stata ancora presa, ma riteneva che la scadenza più probabile per iniziare l'attacco a cui pensavano gli americani fosse gennaio, 30 giorni prima delle elezioni per il Congresso.
(…)
Il Segretario agli Esteri disse che avrebbe parlato con Colin Powell questa settimana. Sembrava chiaro ormai che Bush aveva deciso di passare all'azione militare, anche se non era ancora stato fissato quando. I margini di manovra erano sottili. Saddam non stava minacciando i paesi vicini e le ADM in suo possesso erano inferiori rispetto a quelle di Libia, Corea del Nord o Iran. Avremmo dovuto elaborare un piano per poter inviare a Saddam un ultimatum facendo così rientrare gli ispettori dell'ONU. Questo gli sarebbe stato inoltre d'aiuto per giustificare legalmente l'uso della forza.
(…)
Il Ministro agli Esteri [della GB ndr.] pensava che gli USA non avrebbero proseguito col loro piano militare se non fossero stati convinti che la loro era la strategia vincente. Su questo gli interessi di USA e UK convergevano. Ma sul piano politico, potevano esserci differenze. Nonostante la resistenza degli americani, avremmo potuto approfondire con discrezione il punto l'ultimatum. Saddam avrebbe continuato a giocare duro con l'ONU».
 

Data inizio: 
23/07/2002

Luogo

Javascript is required to view this map.