SOS Stato di diritto

Presentato il libro S.O.S. Stato di Diritto

12/04/2016

Il 7 aprile presso la SIOI (Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale) si è tenuta la presentazione del libro “SOS Stato di Diritto”. Il libro, pubblicato da Reality Book e curato da Matteo Angioli, raccoglie gli interventi pronunciati in occasione della conferenza internazionale "Universalità dei diritti umani per la transizione verso lo Stato di Diritto e l'affermazione del diritto alla conoscenza" organizzata dal Partito Radicale lo scorso luglio al Senato della Repubbblica.

Foto della settimana RNN #108

12/04/2016
Roma, 7 aprile 2016: presentazione presso la SIOI del libro SOS Stato di Diritto, pubblicato da Reality Book e curato da Matteo Angioli. Da destra: Francesca Graziani, S. E. Hassan Abouyoub, Giulio Terzi di Sant'Agata, Franco Frattini, Benedetto Della Vedova, Natalino Ronzitti, Elisabetta Zamparutti e Matteo Angioli

Messaggio di Marco Pannella alla presentazione di SOS Stato di Diritto

12/04/2016

Roma, 7 aprile 2016

Quella per lo Stato di Diritto e il diritto alla conoscenza deve essere una scelta fatta, pienamente compiuta. Non una che si potrebbe fare. Il lavoro da fare hic et nunc consiste prima di tutto nel rispettare la legge, il diritto. Noi già siamo, con il Presidente Sergio Mattarella e con altri massimi magistrati dello Stato italiano, legge. Legge che deve vivere subito, oggi. Da sempre la legge e il diritto sono fondamentali e dobbiamo lottare per il loro rispetto.

Rapporto Chilcot su guerra in Iraq: ultima tappa o ultima trappola?

12/04/2016

Questa settimana, un gruppo di membri dei servizi segreti britannici visioneranno il Rapporto Chilcot, elaborato dall'omonima commissione d'inchiesta britannica sul coinvolgimento del Regno Unito nella guerra in Iraq del 2003 - per verificare che non vi siano contenuti protetti dal segreto di stato.

Per una comune transizione verso lo Stato di Diritto da avanzare in sede ONU

12/04/2016

Di fronte alle varie emergenze del nostro tempo, a partire da quella del terrorismo, assistiamo quasi esclusivamente a reazioni dello stesso segno di ciò che vorremmo contrastare, assistiamo cioè a risposte emergenziali con il riaffermarsi della Ragion di Stato che va a ridurre quello spazio di giustizia e libertà come definito dall’intero sistema dei Diritti e del Diritto internazionale ed europeo. In altre parole assistiamo a reazioni quando invece servono visioni e profonde convinzioni.

Syndicate content