diritto alla conoscenza

Per una comune transizione verso lo Stato di Diritto da avanzare in sede ONU

12/04/2016

Di fronte alle varie emergenze del nostro tempo, a partire da quella del terrorismo, assistiamo quasi esclusivamente a reazioni dello stesso segno di ciò che vorremmo contrastare, assistiamo cioè a risposte emergenziali con il riaffermarsi della Ragion di Stato che va a ridurre quello spazio di giustizia e libertà come definito dall’intero sistema dei Diritti e del Diritto internazionale ed europeo. In altre parole assistiamo a reazioni quando invece servono visioni e profonde convinzioni.

Il Consiglio regionale della Basilicata approva la Mozione del Partito Radicale "per lo Stato di diritto e il diritto universale alla conoscenza"

12/04/2016

Nella giornata di martedì 5 aprile, il Consiglio regionale della Basilicata ha votato, discusso e approvato una delibera a sostegno del progetto del Partito Radicale "per lo Stato di diritto e il diritto universale alla conoscenza". L'atto, depositato dal consigliere regionale Nicola Benedetto, è stato sottoscritto da tutti i gruppi presenti in Consiglio, con la sola eccezione di Fratelli d'Italia, ma è poi stato votato all'unanimità, con 17 voti favorevoli.

Con "Le mani nel petrolio", Bolognetti denuncia da anni il disastro ambientale ma nessuno se lo fila

05/04/2016

Dopo le dimissioni del ministro Guidi per l'affare "petrolio" in Basilicata, domenica 3 aprile i giornali raccontano di due inchieste: la prima - che ha portato alle dimissioni del ministro - ha per oggetto l'impianto di Tempa Rossa della Total: 23 indagati (tra cui il compagno della ministra) e le ipotesi di reato sono relative ad illeciti che avrebbero portato all'autorizzazione del giacimento; il secondo filone, invece, è relativo all'impianto ENI di Viggiano: 37 indagati per illeciti nella gestione dei rifiuti e sforamento dei limiti delle emissioni.

Storica sentenza in Sudafrica per lo Stato di diritto contro il Presidente Zuma

05/04/2016

Giovedì 31 marzo si è concluso, per modo di dire, lo scandalo “Nkandla” con il categorico verdetto di nove giudici che hanno condannato il presidente Jacob Zuma a rimborsare lo Stato sudafricano per i quindici milioni di euro circa di denaro pubblico spesi nella sua proprietà privata per costruire un anfiteatro, una piscina e un recinto kraal per il bestiame, giustificati come spese per “motivi di sicurezza”.

Il Diritto Umano alla Conoscenza è l’agenda politica centrale, universale, del nostro tempo

05/04/2016

La campagna per il Diritto Umano Universale alla Conoscenza è l’adeguata e puntuale risposta ai problemi e alla sfide del nostro tempo globalizzato. Si colloca peraltro sulla scia delle grandi campagne per i diritti civili e umani – per la vita del diritto, per il diritto alla vita - che hanno per oltre mezzo secolo contraddistinto i radicali pannelliani rispetto a tutte le altre forze politiche, individuandoli come unica “alternativa” al regime partitocratico.

Syndicate content