PE. Interrogazione scritta, Legge provinciale Alto Adige e radici cristiane


Il Consiglio provinciale della Provincia Autonoma di Bolzano ha appena approvato una legge provinciale in materia scolastica (asili, elementari e medie inferiori) che all'articolo 1 (comma C) fa riferimento, tra le politiche di indirizzo educativo, alla "diffusione e il rafforzamento del pensiero e della cultura europea, fondata su radici cristiane."

Visto che l'articolo 21 della Carta europea dei Diritti fondamentali sancisce che "è' vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l'origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali",

- visto l'articolo 13 del Trattato che istituisce la Comunità europea che fa riferimento alla lotta contro le discriminazioni fondate sul sesso, la razza o l'origine etnica, la religione o le convinzioni personali, gli handicap, l'età o le tendenze sessuali,

non ritiene la Commissione che un simile atto rappresenti una violazione del principio di eguaglianza dei cittadini europei?