Tutti contro i brevetti sul software


Punto Informatico

Roma - In vista del voto dell' Europarlamento sulla direttiva relativa ai brevetti sul software decolla anche in Italia la mobilitazione dei tantissimi che criticano gli orientamenti emersi fin qui in sede UE.

Per affrontare e discutere i pericoli rappresentati dalla direttiva, che amplifica di molto la possibilità di brevettare, sono già previsti due incontri:

- il 12 settembre un incontro/conferenza stampa presso l'ufficio del Parlamento Europeo a Roma, organizzato dal Gruppo radicale al Parlamento Europeo, dal CDTI (Club Dirigenti Tecnologie dell'Informazione) e dall'Associazione Software Libero.

- il 17 settembre un incontro/dibattito dal titolo "ALMENO DUBBI sulla brevettabilità del software", presso l'università Bocconi a Milano (evento ancora in attesa di conferma).

Si muovono intanto i coordinatori di NoBIS, "No alla brevettabilità del software", che hanno allestito un sito dedicato alla questione, con link a dossier, approfondimenti e testi ufficiali e la possibilità per chi intende mobilitarsi di iscriversi ad una mailing list organizzativa.

"In alcune città italiane - spiegano quelli di NoBIS - verranno allestiti tavoli per facilitare la diffusione della notizia, mediante la distribuzione di materiale informativo... aiutaci anche nella tua città; al momento possiamo assicurare tavoli a Milano, Roma, Bologna e Padova. Ora ti aspettiamo, basterà un tavolo nella tua città anche per un solo giorno! Che fai, ci dai una mano?:-)"