ACCORDO D'ASSOCIAZIONE UE/TUNISIA: VIA LIBERA DELL'UNIONE AL PROCESSO DI INVOLUZIONE AUTORITARIA


Bruxelles, 5 marzo 1998. Il 1 marzo 1998 l'accordo d'associazione tra l'UE e la Tunisia è entrato in vigore nel quadro del processo avviato dalla conferenza euro-mediterranea di Barcellona.
Dichiarazione di Olivier Dupuis, segretario del Partito Radicale transnazionale e membro del gruppo ARE:
"Certamente è giusto felicitarsi per la riuscita dell'entrata in vigore dell'accordo di associazione tra l'Unione europea e la Tunisia e sottolineare gli enormi progressi compiuti dalle autorità tunisine in campo economico. Non si può tuttavia tacere che questi stessi progressi rendono ancora più grave e inaccettabile l'attuale situazione per quanto riguarda il rispetto dei diritti dell'uomo e il costante degradarsi delle libertà fondamentali in Tunisia. In questo contesto "evocare" solamente, come fa l'Unione, la questione dello Stato di Diritto e della democrazia non può, oggettivamente, che rafforzare il processo d'involuzione autoritaria oggi in atto in Tunisia".